L’impianto è una radice di un dente artificiale che viene posizionato sull’osso mascellare (mascella) per fornire di nuovo l’estetica e la funzione dei denti mancanti o compromessi per diversi motivi. Gli impianti sono generalmente realizzati in materiali di titanio che sono adatti ai tessuti, di lunga durata e molto tecnologici.

Come risultato del trattamento implantare, hanno un aspetto naturale a tal punto che è davvero molto difficile distinguerli dai denti reali. Pertanto, a volte, solo tu sai delle loro esistenza.

Quali sono gli aspetti consigliati per degli impianti?

In caso di perdita dei denti molari; se la regione posteriore è sdentata, può eessere realizzato un ponte fisso da pochi impianti invece di una parziale protesi rimovibile.

In caso di perdita di un singolo dente; un singolo impianto può essere posizionato al posto di questo dente, proteggendo i denti situati su entrambi i lati del dente perso.

Nel caso in cui il paziente renda la sua protesi inutilizzabile; come risultato della perdita ossea (osteolisi) nella mascella inferiore e superiore. In questi casi é prevista la ritenzione della protesi che usa il paziente con aumento degl impianti posizionati sulla mascella.

Negli spazi lunghi senza denti; il supporto e la durata del ponte deve essere applicato nella regione senza denti e può essere aumentato.

A quale gruppo di età dei pazienti può essere eseguito un trattamento implantare?

Non c’è limite d’età nei trattamenti implantari. I pazienti di tutte le età sono adatti per questo trattamento. Però è necessario attendere che i giovani pazienti completino il loro sviluppo osseo. Lo sviluppo osseo migliora fino a 16-17 anni per le donne e 18 anni per gli uomini. Non c’è una limitazione di età per gli adulti. Se ci sono rischi che devono essere rilevati a causa dell’età del paziente, il trattamento implantare non può essere effettuato.

Il successo del trattamento implantare dipende direttamente dai seguenti fattori:

  • Essere attenti alla salute orale e alla pulizia, prima e dopo l’impianto,
  • Ridurre la quantità di alcol e sigarette durante il periodo di guarigione,
  • Essere in buone condizioni generali (il diabete non controllabile influenza la guarigione in modo negativo),
  • Posizionamento degli impianti in un ambiente sterile
  • L’esecuzione corretta del dentista.

Per chi è adatto il trattamento implantare?

Tutti quelli la cui struttura ossea é sana e in quantità sufficiente o che ha il potenziale dove sarà in grado di raggiungere la quantità sufficiente e non ha alcuna malattia. Aspetti che se presenti rappresentano sicuramente un rischio per l’applicazione dell’impianto.

Le persone, la cui capacità di guarigione delle ferite è normale e che devono essere in grado di fornire l’igiene necessaria.

Quali sono le fasi della fabbricazione di impianti?

1-Esame

Questa fase può comprendere esami medici e dentistici. Se le condizioni di salute generali del paziente sono adatte per l’applicazione dell’impianto, il dentista decide il tipo e la lunghezza dell’impianto da utilizzare, in base a una radiografia speciale e le condizioni dei denti in bocca. In questa fase, è molto importante avere un dentista esperto, che deve decidere in merito all’impianto e alla protesi da eseguire in seguito e pianificare con il chirurgo maxillo-facciale, che deve eseguire l’impianto.

2-Operazione

L’operazione dovrebbe essere eseguita dal chirurgo maxillo-facciale. Il dentista, che deve realizzare la protesi, dovrebbe anche partecipare all’operazione e contribuire a rendere l’applicazione come è stata pianificata. Il posizionamento dell’impianto è effettuato in anestesia locale. L’incisione viene eseguita sulla gengiva e un foro, sul quale deve essere eseguito l’impianto, viene aperto sull’osso con l’apparecchio adatto. L’impianto viene inserito in questo foro utilizzando nuovamente un apparecchio speciale. Il processo può richiedere da 30 a 90 minuti, a seconda del numero di impianti da somministrare.

Fase 3- Fase di Guarigione

Dopo aver posizionato l’impianto, è necessario un certo tempo per procedere all’integrazione con l’osso. Questo periodo è minimo 3 mesi. Una protesi provvisoria può essere fatta al paziente, se necessario entro questo periodo. I pazienti possono assumere normalmente cibo senza facendo attenzione a non esagerare nella masticazione diretta sugli impianti. Il dentista, che ha somministrato l’impianto, invita il paziente al controllo in determinati periodi di tempo e può richiedere nuovamente una radiografia, se lo ritiene necessario.

4-Posizionamento della struttura superiore dell’impianto

La struttura superiore viene posizionata sull’impianto, dopo che il periodo di guarigione è completato e la periferia dell’impianto è completamente riempita dall’osso.

5-Protesi Dentale

Le dimensioni sono prese con i materiali da impronta adatti per la realizzazione della protesi. La protesi può assomigliare a una corona, un ponte, una protesi parziale o completa

Esiste una possibilità per gli impianti possono essere rigettati dal corpo?

Il materiale più utilizzato al giorno d’oggi nel trattamento implantare è il titanio. Il titanio è un materiale adatto ai tessuti e gode della completa fiducia della comunità medica. Pertanto, non esiste una situazione di rigetto se il materiale é realizzato in titanio.

Gli impianti causano il cancro?

Fino ad oggi non sono stati riscontrati casi di cancro a causa dell’impianto.

Gli impianti sono usati per scopi estetici?

Gli impianti non sono generalmente utilizzati per scopi estetici. Lo scopo nell’utilizzo degli impianti è quello di fornire un supporto ai denti protesici. Le correzioni cosmetiche possono essere fatte per i denti, su cui l’impianto deve essere posizionato; tuttavia, prima di iniziare questo tipo di trattamento, è necessario consultare il proprio dentista.

C’è qualche interazione con i farmaci?

Questo è possibile per determinati farmaci. Per esempio; il cortisone può cambiare il metabolismo corporeo e il sistema immunitario, e si possono riscontrare problemi relativi alla guarigione. I farmaci che inibiscono la coagulazione possono causare gravi emorragie durante il posizionamento degli impianti. Se è necessario utilizzare regolarmente i farmaci, è necessario consultare il proprio dentista.

Quali sono le situazioni sconvenienti del trattamento implantare da realizzare?

Alcune malattie del paziente, il cui trattamento implantare deve essere eseguito, possono rendere scomodo il trattamento dell’impianto.

Possiamo brevemente organizzare determinate situazioni in questo modo:

Il diabete; chi soffre di diabete non svolge regolarmente l’impianto,

Alcune malattie reumatiche

Disturbi della coagulopatia,

Alcune malattie cardiache,

Una struttura fisica emaciante,

La mascella é inadatta,

Il paziente soffre di attacco di panico,

C’è sovraeccitazione e ansia nel paziente,

Il paziente non é in grado di fornire completamente l’igiene orale (pulizia orale) che deve essere fornita dopo il trattamento implantare,

Il trattamento implantare è un’applicazione costosa?

Le applicazioni implantari richiedono una serie di operazioni complesse e a lungo termine. Pertanto richiedono più spesa rispetto ai servizi di routine nell’ambito odontoiatrico. D’altra parte; in uno studio che è stato effettuato per i pazienti che hanno completato i trattamenti implantari, i pazienti hanno dichiarato di aver ottenuto in cambio del loro investimento il fatto che non avrebbero ripetuto la stessa cosa.

I metal detector durante un controllo di sicurezza come in un aeroporto danno un allarme a causa del mio impianto?

No, nessun segnale. Non preoccuparti per questo. Gli impianti non sono magnetici e sono molto piccoli per influenzare il rilevatore. Anche se il rilevatore emette un allarme per il tuo impianto, possiedi un certificato che attesta l’identità dell’impianto, in modo che tu possa rapidamente e facilmente spiegare il problema.

Posso avere un’allergia contro gli impianti?

Gli impianti dentali sono utilizzati da oltre quarant’anni. Durante questo periodo non sono state osservate situazioni allergiche note rispetto agli impianti a base di titanio. Il titanio non contiene alcun composto allergico e completamente non efficace all’interno del corpo.

Quanto posso ritornare alla vita lavorativa dopo il trattamento implantare?

In generale, è possibile tornare alla vita normale un giorno dopo e alla normale vita lavorativa entro un periodo compreso tra 1 e 3 giorni.

Si sente molto dolore durante il trattamento implantare?

Il trattamento implantare è un’operazione indolore essendo realizzato sotto l’anestesia locale. L’anestesia generale può essere anche fatta, in linea con il paziente e il dentista, che deve eseguire l’operazione. Un po’ di dolore può essere sentito nel trattamento implantare, come in ogni operazione chirurgica. I dolori dopo l’operazione non sono diversi dai dolori dopo l’estrazione del dente. I farmaci vengono forniti dal dentista e devono provvedere a prevenire i dolori post-operatori. Saremo sempre accanto per farti sentire a tuo agio.

Gli impianti danneggiano un pacemaker?

No, non lo influenzano. Gli impianti non hanno effetti magnetici. È del tutto fuori questione che l’impanto influenza il pacemaker a farlo lavorare in modo negativo.

È necessario rimuovere la protesi supportata dall’impianto durante la notte?

Una protesi tradizionale dovrebbe essere rimossa durante la notte. Perché può occludere il tratto gastrointestinale o respiratorio se si disloca durante il sonno. La protesi supportata da impianto è stata normalmente fissata al suo posto e può essere lasciata al suo posto senza causare pericoli di notte. Il tuo dentista ti consiglierà su questo argomento.

Quanto tempo ci vuole per il trattamento implantare?

Il tempo di operazione può richiedere da mezz’ora a poche ore, a seconda del numero di impianti o delle condizioni del paziente. Dopo l’operazione, bisogna attendere dai 2 ai 6 mesi per l’impianto e l’osso mascellare (mascella) da integrare (osteointegrazione). Nei casi in cui è ritenuto necessario, una protesi temporanea può essere utilizzata per il paziente durante questo periodo. Quindi, le protesi su impianto vengono inserite da un’applicazione che richiede alcune sedute, a seconda delle condizioni del caso.

Nel caso in cui vengano fornite le condizioni adeguate, la protesi può anche essere eseguita senza attendere.

Quali sono i vantaggi delle applicazioni implantari?

Il trauma che si manifesta a causa delle perdite dei denti e della perdita ossea (osteolisi) fisiologicamente provoca una riduzione del livello e del volume dell’osso mascellare (mascella). In tal caso, la funzione della protesi viene interferita. Pertanto, diventa inevitabile causare problemi nella masticazione e nel parlare.

L’impianto è un’applicazione duratura, comoda e affidabile. Mentre le protesi realizzate sugli impianti hanno luogo sui denti reali, formano una struttura più naturale. Durante il completamento dei denti mancanti, i denti sani rimangono intatti. È più duraturo, in proporzione a tutte le protesi.

Quindi, gli effetti della perdita dei denti possono essere psicologici, oltre che fisiologici. L’impianto, come applicazione speciale del dente naturale, fornisce la soluzione definitiva e più sana a tutti i tipi di problemi che le perdite di denti causano.

Il tasso di successo è elevato nei trattamenti implantari?

Sì, il tasso di successo nei trattamenti implantari è piuttosto alto. È stato dimostrato che il successo dell’impianto è tra il 90%  e il 100% negli studi scientifici effettuati. Naturalmente, non è possibile dare una garanzia al 100% come in ogni operazione medica.

Per quanto tempo un impianto rimane in bocca?

È stato determinato che i pazienti utilizzano i loro impianti da oltre 30 anni. In linea di principio, non è possibile garantire agli impianti una garanzia a vita; come in ogni operazione medica.

L’inefficacia nell’applicazione dell’impianto può essere paragonata alla situazione di rimozione dell’impianto?

Il tasso di inefficienza clinica ha mostrato un cambiamento tra il 5% e il 10%. Nel caso in cui l’osso non si formi attorno all’impianto, se gli impianti si spostano, le loro estrazioni sono facili quanto l’estrazione del dente. Se la periferia dell’impianto non è stata completamente riempita dall’osso ma l’impianto non si muove, può essere facilmente rimosso con il supporto di un apparecchio speciale. Dopo che gli impianti sono stati rimossi, i loro punti sono chiusi come nella guarigione di una ferita dopo l’estrazione del dente. Nel frattempo; è anche normale avere un leggero dolore, gonfiore del viso e lividi sulla guancia e sul collo dopo l’operazione, in cui sono stati posizionati gli impianti.