L’ortodonzia è una specialità dell’odontoiatria che mira a prevenire le irregolarità dentale e maxillo-facciale, e si concentra sull’intercettare il progresso di quelli esistenti e a trattarli per migliorarli esteticamente e funzionalmente (masticazione, fonazione, ecc.)

Quali sono le cause delle irregolarità ortodontiche?

  • Fattori genetici
  • Difetti alla nascita (fessure palato-labbra ecc.)
  • Malfunzionamenti (respirazione bocca ecc.)
  • Abitudini nocive (succhiamento del pollice, uso prolungato di ciucci ecc.)
  • Perdita precoce dei denti decidui
  • Trauma

Perché dovrebbero essere trattate le irregolarità ortodontiche?

  • Aiuta a mordere, masticare e parlare in modo efficiente.
  • Contribuire a denti e gengive sani.
  • Ridurre la suscettibilità alle malattie gengivali e alla carie.
  • Prevenire vari malfunzionamenti (problemi articolari ecc.)
  • Dopo il trattamento delle irregolarità dentali, la funzionalità e l’aspetto di questi denti sono migliorati, ottenendo così un miglioramente anche nell’aspetto estetico.

Quando dovrebbe essere effettuato un esame ortodontico?

A volte può essere utile un esame ortodontico all’età di 5 o 6 anni. A questa età non viene effettuato alcun trattamento ortodontico, ma possono essere prese alcune misure preventive. Questi sono definiti come trattamenti ortodontici preventivi e intercettativi.

Trattamento ortodontico

In generale, ci sono due fasi di trattamenti ortodontici:

Fase correttiva: attualmente i trattamenti ortodontici possono essere eseguiti a qualsiasi età. I trattamenti includono apparecchi fissi o rimovibili. Fase di restrizione: in questa fase vengono utilizzati apparecchi passivi e il risultato della fase precedente deve essere mantenuto.

Trattamenti ortodontici preventivi

Lo scopo di questi trattamenti è di acquisire abbastanza spazio per i denti permanenti. I fermi sono pronti a mantenere gli spazi creati dalla perdita precoce dei denti decidui.

Trattamenti ortodontici intercettuali

Al fine di prevenire potenziali problemi dovuti ad abitudini nocive come la suzione del pollice e la deglutizione anomala, gli apparecchi sono pronti ad aiutare a smettere queste abitudini. Al fine di mantenere gli spazi di denti persi per l’eruzione dei denti permanenti, sono previste misure preventive per i pazienti in dentizione mista.

Il primo esame per il trattamento ortodontico deve essere effettuato dopo l’eruzione degli incisivi superiori e inferiori permanenti all’età di 7 o 8. A questa età, molti bambini hanno denti permanenti e decidui.

Attraverso la diagnosi precoce delle irregolarità ortodontiche, i trattamenti di tali problemi sono più facili. Le irregolarità riguardanti le mascelle (problemi scheletrici) sono trattate in modo particolare durante l’infanzia e la pubertà quando la crescita e lo sviluppo sono ancora attivi. Se questi non sono trattati in tenera età, possono essere corretti con chirurgia ortognatica dopo i diciotto anni. In alcuni casi, anche se il problema viene rilevato in tenera età, l’ortodontista può avere un approccio di “attesa e visione”, quindi il tempo appropriato può essere determinato attraverso controlli periodici.